Consigli per la
conservazione dei cibi

Più consigli per mantenere
freschezza e qualità, Più
salute e sicurezza in cucina

La corretta conservazione dei cibi è importante per la salute ma anche per garantire un livello qualitativo più alto a tutti i piatti che prepari.

Scopri i nostri consigli per utilizzare al meglio i frigoriferi con tecnologia Total No Frost e goditi solo il meglio della tua cucina.

Più freschezza e prevenzione, più salute e sicurezza per tutti.

1. Come posso mantenere la freschezza dei cibi dall'acquisto fino al momento di congelarli di nuovo?

Per mantenere intatte le proprietà naturali dei cibi che acquisti bastano alcune semplici precauzioni:

· Attenzione alla scadenza e alla differenza tra due diciture: “Da consumarsi preferibilmente entro il…” indica la data di preferibile consumo, fino alla quale il prodotto, se conservato correttamente, conserva le sue proprietà. “Da consumarsi entro il…” indica il termine perentorio entro il quale il prodotto deve essere consumato ed è obbligatoria per tutti gli alimenti deperibili. Dopo la data di scadenza l'alimento non può più essere messo in vendita.

· Leggi con attenzione le modalità d'uso e conservazione. Queste indicazioni sono sempre più diffuse, ma non sono obbligatorie: lo sono soltanto quando sono indispensabili per un corretto utilizzo del prodotto.

· Al momento dell'acquisto guarda sempre l'etichetta. Le etichette alimentari sono strumenti a tutela dei consumatori e riportano indicazioni utili per capire che cosa si sta acquistando.
2. Come posso conservare al meglio gli alimenti acquistati mentre torno a casa?

Per mantenere temperatura e caratteristiche organolettiche vale una sola regola:
non interrompere la catena del freddo:


· Acquista per ultimi i prodotti surgelati e non prendere mai le confezioni deformate, quelle che al tatto sono formate da un solo blocco o hanno ghiaccio in superficie, perché sono tutti segni di un'interruzione del processo di congelamento.

· Metti subito i surgelati in una busta termica.
3. Una volta a casa in che modo posso evitare il deperimento dei cibi?

I microrganismi, responsabili del deperimento dei cibi, si moltiplicano a temperatura ambiente sia negli alimenti crudi che in quelli cotti. Più lunga è la permanenza, più alto il rischio. Per abbatterlo, basteranno tre piccoli accorgimenti:

· Lava bene i cibi da consumare crudi.

· Cuoci bene e in profondità gli alimenti da consumare cotti.

· Metti subito in frigorifero o nel congelatore il resto della spesa.
CONSIGLI PIÙ
Cosa fare degli avanzi? O dei cibi cotti in anticipo in grandi quantità?

· Non buttarli via ma lasciali intiepidire a temperatura ambiente e riponili nel frigorifero o nel congelatore in contenitori ermetici, suddivisi in piccole porzioni, per evitare di scaldare più volte cibi già cotti.

· Una volta tolti dal freezer riscaldali in profondità: eliminerai i batteri che possono essersi sviluppati durante la conservazione.

Più sicurezza in frigo, più benessere per la tua famiglia.

1. Esiste un modo corretto per disporre gli alimenti nel frigorifero?

· In un frigorifero tradizionale la disposizione degli alimenti è importante, perché dal basso verso l'alto le temperature variano, e di molto. Un Total No Frost di LG invece ti garantisce, oltre all'assenza della brina, una temperatura uniforme in tutti i punti del frigorifero. In questo modo puoi disporre i tuoi alimenti come ti è più comodo.
2. Frutta e verdura si disidratano velocemente a contatto con l'aria fredda.
Come posso fare in modo che rimangano buone e fresche?


· I frigoriferi Total No Frost di LG dispongono di un Cassetto Salva Freschezza che ti aiuta a conservare meglio frutta e verdura. La griglia Salva Freschezza mantiene l'umidità adeguata e conserva questi alimenti più a lungo mentre i cibi potenzialmente sporchi rimangono separati dal resto.
3. Come posso mantenere la temperatura ideale di carne e pesce in modo che durino più a lungo?

· Per conservare carne e pesce nel modo migliore è preferibile lasciarli nei loro involucri, se confezionati. In tutti gli altri casi è necessario avvolgerli nell'alluminio o in qualsiasi tipo di carta alimentare e riporli dentro un contenitore. I frigoriferi Total No Frost di LG dispongono di un cassetto separato e dedicato a conservare questi alimenti nel modo ideale.
CONSIGLI PIÙ
Quanto durano carne e pesce in frigorifero?
Non più di 3 giorni. Se c'è, attieniti alla data di scadenza. Se non sono prodotti confezionati,
tieni presente che:

· La carne macinata e il pesce durano meno di 24 ore, il tacchino e il pollo non più di 48 ore.

· Le confezioni aperte vanno consumate entro 2-3 giorni.

· Dentro i cassetti durano sempre più a lungo.
In frigorifero ho il porta uova. è corretto metterle lì?

· È preferibile non toglierle dalla loro confezione poiché il guscio potrebbe essere sporco (gusci di uova imbrattate possono portare per esempio la salmonella) e contaminare gli altri ingredienti. Inoltre in questo modo avrai sempre sotto gli occhi la data di scadenza.

Piccoli accorgimenti per congelare i tuoi cibi,
tanta sicurezza e tanta bontà in più sulla tua tavola.

1. Il mio freezer si riempie spesso di brina. Come posso evitare che si formi rapidamente?

· I congelatori tradizionali devono essere sbrinati spesso: in un modello Total no Frost di LG invece, la brina non si forma, la temperatura ottimale viene raggiunta molto velocemente ed è più rapido anche il processo di congelamento.
2. Qual è il modo migliore per congelare gli alimenti?

Congela i tuoi cibi in piccole porzioni perché, una volta scongelato anche solo parzialmente, un alimento non può essere ricongelato. Inoltre Basta utilizzare piccoli accorgimenti per congelare alimenti crudi o cotti nel modo migliore:

· Chiudi le confezioni ermeticamente, per evitare che entri acqua, umidità e condensa.

· Non riempirle fino all'orlo perché, soprattutto se liquide, aumenteranno il loro volume.

· Se preferisci sigillare gli alimenti in sacchetti, fai uscire l'aria prima di chiuderli.

· Usa delle etichette per annotare la data di congelamento e il contenuto, alimenti diversi hanno anche tempi diversi di conservazione.
3. Esiste un modo per organizzare il freezer e gli alimenti in modo pratico ed efficiente?

· Le confezioni vanno sistemate nel freezer in modo che non si tocchino tra loro poiché un prodotto non ancora congelato potrebbe scongelare parzialmente quelli già presenti nel freezer. Solo a congelamento ultimato le confezioni possono essere impilate senza rischi, per fare posto a nuovi alimenti.

CONSIGLI PIÙ
Posso congelare in contenitori di vetro?

· Sì, se è temperato. Il vetro non temperato dentro un congelatore può rompersi. Meglio comunque utilizzare fogli in alluminio, pellicole in plastica, contenitori in plastica a tenuta ermetica.
Congelare i cibi distrugge i microrganismi e batteri?

· No, ne blocca solo la crescita. Per questo più velocemente si congela, meglio è. A patto che la temperatura dell'alimento sia poi mantenuta costante.

Conoscere tecniche e durata di congelamento dei cibi ti aiuta
a mantenere le loro proprietà naturali.

1. Per quanto tempo posso conservare i miei cibi in freezer?

· I surgelati hanno una propria data di scadenza. Per tutti gli alimenti congelati in casa consulta la tabella seguente, ma ricorda che niente va tenuto più di un anno, alcuni alimenti anche meno di un mese.
ALIMENTI E TEMPI DI CONSERVAZIONE
FRUTTA
Succhi di frutta concentrati
12 mesi
Frutta (in generale)
da 8 a 12 mesi
Agrumi
da 4 a 6 mesi
VERDURA
Congelata commercialmente
8 mesi
Congelata in casa
da 8 a 12 mesi
CARNE
Salsicce
4 settimane o meno
Hamburger
1 mese
Manzo, vitello, agnello
da 2 a 3 mesi
ARROSTI
Manzo
da 6 a 12 mesi
Agnello e vitello
da 6 a 12 mesi
Maiale
da 4 a 8 mesi
Salsicce fresche
da 1 a 2 mesi
BISTECCHE A FETTINE
Manzo
da 8 a 12 mesi
Agnello, vitello, maiale
da 2 a 14 mesi
PESCE
Merluzzo, passera, sogliola
6 mesi
Salmone
da 2 a 3 mesi
Sgombro, persico
da 2 a 3 mesi
Pesce impanato (pronto)
3 mesi
Molluschi, ostriche
da 3 a 4 mesi
Pesce bollito, granchi
da 3 a 4 mesi
Gamberetti crudi
12 mesi
POLLAME
Pollo o tacchino (intero o a pezzi)
12 mesi
Anatra e oca
6 mesi
Frattaglie
da 2 a 3 mesi
Pollame cucinato in salsa
6 mesi
Fettine (senza salsa)
1 mese
STUFATI
Carne, pollame e pesce
da 2 a 3 mesi
PRODOTTI CASEARI
Burro
da 6 a 9 mesi
Margarina
12 mesi
FORMAGGI
Camembert
Formaggi spalmabili
3 mesi
Formaggi cremosi, Brie, Emmental,
da 6 a 8 mesi
Formaggio svizzero ecc.
(Il congelamento può alterare la consistenza)
Gelato, succhi di frutta, latte
12 mesi
UOVA
(aggiungere zucchero o sale ai tuorli
12 mesi
o alle uova intere sbattute)
Intere (sbattute), albume, tuorlo
12 mesi
 
PRODOTTI DA FORNO E PANE
Pane lievitato e panini
3 mesi
Pane crudo
1 mese
Croissant
3 mesi
Torte (non glassate)
da 2 a 4 mesi
Torte glassate
da 6 a 12 mesi
Crostata di frutta
12 mesi
Impasto per biscotti
3 mesi
Impasto per torte
da 4 a 6 mesi

Più consigli per decongelare gli alimenti, più sicurezza
e più gusto in tavola.

1. Utilizzo spesso cibi congelati o surgelati. Come posso scongelarli nel modo giusto?

Dipende dai cibi e dalle modalità di scongelamento. Una volta fuori dal freezer i microrganismi presenti negli alimenti ricominciano a moltiplicarsi. Se si scongela a temperatura ambiente, il processo sarà ancora più veloce quindi è consigliabile:

· Sposta gli alimenti il giorno precedente nel frigorifero.

· Cuocili il prima possibile, prima ancora che siano del tutto scongelati.
2. In frigorifero, nel microonde o a temperatura ambiente? Qual è la tecnica migliore?

Ci sono diversi metodi di scongelamento: scegliere quello giusto significa non compromettere né la sicurezza né la qualità del piatto. Ecco qualche suggerimento utile per scongelare:

· Le verdure crude: mettile in acqua bollente quando sono ancora congelate, e poi cuocile secondo la ricetta.

· La carne a tagli grandi: spostala nel frigorifero senza toglierla dall'involucro e, prima di cuocerla, lasciala a temperatura ambiente per un paio d'ore.

· La carne a tagli piccoli: mettila subito in padella ancora congelata. Puoi lasciarla a temperatura ambiente, ma solo se richiede poco tempo.

· Il pesce: spostalo nel frigorifero senza toglierlo dall'involucro, oppure cuocilo in padella prima del completo scongelamento.

· La frutta: spostala nel frigorifero.

· I cibi già cotti: mettili direttamente nel forno, meglio se microonde, senza toglierli dai contenitori che non devono essere in alluminio.

CONSIGLI PIÙ
E i cibi cotti? Meglio scongelarli in frigo o a temperatura ambiente?

· Né l'uno né l'altro. La temperatura ambiente non è mai consigliabile. In questo caso, meglio metterli nel forno a microonde.
Per velocizzare lo scongelamento, si possono mettere gli alimenti sotto l'acqua fresca?

· Mai, in questo modo i batteri si moltiplicano molto più in fretta.

Le giuste precauzioni per
prevenire rischi di contaminazione
e avere sempre cibi
perfetti a disposizione.

Lasciato a sé qualsiasi alimento si altera: i microrganismi agiscono su proteine, grassi e zuccheri e ne modificano quasi sempre l'aspetto, le caratteristiche e il sapore. A volte, invece, i microrganismi sono più subdoli: l'alimento sembra sano, ed è invece contaminato. La conseguenza sono intossicazioni, infezioni o tossinfezioni. Per prevenirle, basta usare qualche precauzione e seguire alcune elementari regole igieniche.
1. Come posso prevenire la contaminazione degli alimenti?

Sono sufficienti pochi accorgimenti per evitare che i cibi vengano contaminati da microrganismi pericolosi:

· Non mettere mai a contatto cibi crudi e cibi cotti.

· Lava sempre le mani prima di toccare un alimento e tieni puliti utensili e piani di lavoro.

· Evita di manipolare i cibi con le mani: usa piuttosto dei guanti usa e getta.
2. È possibile prevenire la sopravvivenza dei microrganismi?

· Per distruggere batteri e microbi è necessario portare i cibi a una temperatura di 70° interni per almeno 10 minuti.
3. Esiste un modo per evitare la moltiplicazione dei microrganismi?

All'aumentare della carica batterica aumentano i rischi per l'organismo umano. Fai attenzione alla temperatura perché influisce notevolmente sulla velocità di crescita: sopra i +4°C e sotto i 60° microbi e batteri si moltiplicano in fretta ma basta seguire poche regole per evitarne la proliferazione:

· Mantieni la catena del caldo per i piatti pronti da consumare caldi.

· Conserva in frigorifero tutti gli alimenti freschi e deperibili.

CONSIGLI PIÙ
Quale detersivo è meglio usare per pulire il frigorifero

· Pulisci le pareti interne e i ripiani fissi con una spugnetta imbevuta di acqua e aceto che sgrassa, igienizza e deodora. Ripassa con l'acqua e asciuga con uno strofinaccio pulito.