distanza tv-divano

Distanza tra divano e televisione: quanta deve essere?

11/15/2021

Un tempo, quando i televisori avevano ancora il tubo catodico e una dimensione massima di una trentina di pollici, era importante non stare troppo vicino alla televisione “perché faceva male agli occhi”. Oggi i TV arrivano a dimensioni estreme, anche 97 pollici di diagonale, e la tecnologia utilizzata permette di posizionarsi molto vicino senza alcun pericolo di danno alla vista, tenendo una distanza minima tra TV e divano. Al di là della distanza di visione ottimale teorica, nella maggior parte dei casi questa distanza dipende dal tipo di arredamento e dalla comodità di posizionamento, e rappresenta la distanza ideale per apprezzare a pieno la straordinaria qualità delle immagini in UHD 4K, con il massimo del coinvolgimento.

Quanta distanza tra TV e divano per una visione perfetta?

Possiamo definire come corretta la distanza che ti permette di percepire tutta la definizione e la qualità delle immagini che il TV può offrire. Se il TV è troppo vicino riuscirai a percepire i pixel, e le immagini appariranno “innaturali” (un po’ come se guardassi lo schermo attraverso una zanzariera), mentre se è troppo lontano rischierai di perdere i dettagli e i vantaggi della risoluzione UHD 4K o, ancor peggio, di quella 8K. La distanza di visione ottimale è inoltre un giusto mix tra massimo coinvolgimento, dato dal pannello grande, e capacità di osservare l’intera scena senza dover muovere eccessivamente gli occhi o addirittura la testa.

 

Online si trovano diversi grafici dai quali si può evincere la distanza di visione ottimale in funzione della definizione e della risoluzione del pannello, ma che a volte rischiano di risultare piuttosto complessi nella loro interpretazione. Qui di seguito riportiamo la distanza ottimale per TV OLED e LED con definizione UDH 4K:

 

49’’, 1-2 metri;

55’’, 1-2,2 metri;

60”, 1-2,4 metri;

65”, 1,2-2,6 metri;

70”, 1,4-2,8 metri;

77”, 1,6-3 metri;

88”, 1,6-3,5 metri.

 

L’indicazione di questa distanza è ancor più utile nel caso tu voglia acquistare un nuovo TV, che si tratti di un 55’’ o di un maxi schermo da 83'': solitamente non si ha molta scelta nel modificare la distanza tra TV e divano. Questa tabella ti permette di scegliere la dimensione ideale massima del nuovo TV in funzione dell’arredamento di casa tua.

Altri fattori importanti per la migliore visione della TV

Esistono altri fattori importanti per non affaticare la vista e godersi al meglio il tuo nuovo TV.

La luminosità della stanza

Gran parte dei TV LG integrano un sensore che regola automaticamente la luminosità dell’immagine in funzione di quella ambientale, evitando che le immagini siano troppo luminose quando guardi un film la sera al buio e aumentando invece la luminosità al massimo quando inviti gli amici a godersi una partita verso l’ora di pranzo. I TV OLED evo LG sono molto luminosi, grazie alla nuova tecnologia Brightness Booster e Brightness Booster Max. Se hai bisogno di avere un TV con una luminosità estrema, ti consigliamo di optare per un modello con tecnologia QNED MiniLED.

La ”temperatura colore”

Un altro elemento che interviene sulla qualità di visione è la ”temperatura colore”, ovvero (semplificando leggermente) la maggior presenza di tonalità gialle rispetto a quelle blu, più affaticanti per la vista. Con gli smart TV LG puoi scegliere tra profili preimpostati pensati apposta per valorizzare al massimo un film, un evento sportivo o una sessione di videogiochi, e puoi anche creare profili personalizzati in funzione di quanta luce c’è nel tuo salotto.

L’angolo di visione

Spesso sottovalutato, questo elemento diventa di importanza fondamentale quando non si ha sempre la possibilità di posizionarsi direttamente di fronte al TV. Alcuni pannelli modificano notevolmente la resa dei colori e la luminosità quando non vengono guardati frontalmente, ovvero con un certo angolo di visione. Tutti i TV OLED LG e quelli LCD dotati di tecnologia NanoCell o QNED mostrano immagini straordinarie e con colori perfetti da qualunque angolo le si osservi.

L’audio

Anche questo può sembrare un aspetto secondario, ma se cerchi il massimo coinvolgimento devi assicurarti che non ci siano grosse barriere tra i diffusori del televisore e la tua posizione di visione e d’ascolto. I TV possono avere gli speaker posizionati frontalmente, lateralmente, posteriormente o verso il basso: evita di posizionare mobili o soprammobili di fronte ai diffusori o valutane comunque l’effetto sulla resa sonora. Usa la stessa accortezza anche se utilizzi una soundbar: il sistema LG SP11RA, ad esempio, è in grado di offrirti un audio Dolby Atmos 9.1.5 canali con altoparlanti posteriori e speaker upfiring sia anteriori sia posteriori.

Leggi altri articoli del Magazine: