Il funzionamento di un aspirapolvere è piuttosto semplice: un motore elettrico genera un flusso d’aria che entra dal bocchettone aspirante, viene filtrata e quindi immessa nuovamente nell’ambiente da alcune feritoie poste sul corpo dell’aspirapolvere stesso. Sono diversi gli elementi che diversificano un aspirapolvere da un altro, ma i principali sono il motore e il sistema di filtri.

Il motore deve essere ovviamente potente, silenzioso e non consumare eccessivamente per garantire una buona autonomia. Il sistema di filtri deve trattenere le particelle di polvere in maniera efficace senza ostacolare eccessivamente il flusso d’aria. Se non è abbastanza filtrante le particelle di polvere lo attraverseranno entrando nel motore e soprattutto venendo immesse nuovamente nell’ambiente; se invece il sistema di filtraggio si rivela troppo resistente al passaggio dell’aria, limiterà la potenza di aspirazione dell’aspirapolvere, comportando, tra l’altro, un inutile sforzo del motore. Oggi la maggior parte degli aspirapolveri non ha più un unico filtro ma un sistema composto da più elementi filtranti: ognuno è pensato per catturare un certo tipo di polvere, briciole o pulviscolo per proteggere il motore e lasciare passare la massima quantità d’aria possibile.

Il Filtro HEPA: cos’è


Il sistema di filtrazione HEPA (High Efficiency Particulate Air) è un particolare sistema di filtrazione ad alta efficienza usato negli elettrodomestici per la pulizia e riconosciuto come standard dall’Unione Europea. Questi filtri sono nati dalla ricerca nel settore nucleare per evitare il diffondersi di componenti radioattive: oltre a trattenere particelle fini di polvere, peli e altri allergeni sono infatti efficaci sia con i liquidi, sia con i gas. Ecco perché oggi il filtro HEPA, oltre ad essere utilizzato nella maggior parte degli aspirapolvere, delle scope elettriche, dei condizionatori e dei robot di qualità, si trova anche nei laboratori di analisi, nelle sale operatorie, nei laboratori chimici e in quelli farmaceutici.

Esistono varie tipologie di filtri HEPA: il livello minimo di efficienza richiede che il filtro catturi il 99.97% delle particelle di 0.3 micron presenti nell’aria che passano attraverso di esso.

Il vantaggio di un sistema filtrante di questo tipo è quindi quello di migliorare la qualità dell’aria nella tua casa e contribuire a ridurre quindi i sintomi di allergie e asma.

Filtro HEPA: come funziona


I sistemi filtranti HEPA utilizzati negli aspirapolvere usano due differenti filtri per ottenere un flusso d’aria pulito: il primo, più esterno, ferma le briciole, i peli e le particelle di polvere più grandi. Il secondo, quello HEPA, è costituito da una carta speciale piegata a “fisarmonica”, ed è progettato per intrappolare le particelle più piccole. Quella che all’apparenza sembra carta in realtà è costituita da microfibre di vetro che filtrano le particelle di polvere come un setaccio.

Come pulire un filtro HEPA negli aspirapolvere LG


I filtri HEPA degli aspirapolvere LG sono semplici da estrarre e lavabili con acqua (non tutti i filtri di questo tipo lo sono). Il nostro consiglio è di smontarlo lontano dalle zone in cui si cucina, o ancor meglio all’aperto; scuoterlo su un bidone della spazzatura o in un sacchetto e risciacquarlo semplicemente sotto acqua corrente, evitando i getti troppo forti. Lascia che si asciughi completamente all'aria e installalo nuovamente ma ricorda di non metterlo mai in asciugatrice, di non usare l'asciugacapelli o altri metodi che non siano la semplice aria naturale.

I nuovi aspirapolvere LG CordZero: tutte le caratteristiche


Dopo qualche anno di assenza da questo mercato, oggi LG torna a proporre una propria gamma di aspirapolvere, partendo da quelli CordZero a forma di scopa elettrica e senza filo. Questo tipo di aspirapolvere è caratterizzato da un’estrema leggerezza e una grande manovrabilità, da un’aspirazione potente, grazie all’esclusivo motore Smart Inverter LG, un’ampia autonomia, anche grazie alle batterie ricaricabili intercambiabili, e da una ricca dotazione di accessori che lo rendono perfetto per le pulizie in tutta la casa.

I nuovi aspirapolvere CordZero sfruttano tutta l’esperienza LG in questo campo, utilizzando soluzioni come la compattazione dello sporco per aumentare la capacità del contenitore senza ingrandire le dimensioni, la regolazione telescopica del tubo con un semplice gesto, e, come detto, la possibilità di rimuovere velocemente i filtri HEPA per lavarli.

Hai la casa grande? Nessun problema: CordZero è dotato di due batterie ricaricabili e facilmente intercambiabili tra loro che garantiscono anche 2 ore di pulizie no stop.

Per offrirti la massima libertà di posizionamento puoi scegliere come e dove riporre l’aspirapolvere LG: appendendolo al muro con la libera installazione, fissandolo sull’apposito supporto, o smontandolo e riponendolo nella sua forma più compatta. Le prime due soluzioni hanno il vantaggio di lasciare gli accessori principali immediatamente accessibili, la terza permette invece di riporlo in un cassetto e di nasconderlo completamente alla vista.

Oltre ai classici accessori in dotazione alla maggior parte degli aspirapolvere, come le spazzole multisuperficie, il bocchettone per i punti nascosti e quello dotato di setole per le pulizie più delicate, i nuovi aspirapolvere LG CordZero sono accompagnati da una ricca dotazione di accessori esclusivi, per adattarsi a qualunque esigenza di pulizia. Dalla spazzola Power Drive Mop, progettata per aspirare e lavare allo stesso tempo tutte le tipologie di superficie, a quella motorizzata Bedding Power Punch, dotata di un sistema in grado di rimuovere gli acari della polvere da materassi, lenzuola, divani e sedili dell'auto[1].

Affidabili e tecnologici, gli aspirapolvere senza fili e senza sacchetto LG sono perfetti per assisterti nelle pulizie di casa e ti garantiscono maneggevolezza, igiene e la massima praticità.

 

[1] Basato sul risultato del test BAF (British Allergy Foundation) che certifica la riduzione della polvere, pollini e allergeni.